Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

Menu
Sei in: Home / Struttura

Qual è il ruolo della Direzione regionale musei? Quali sono le sue funzioni? Come è organizzato e quali musei gestisce?

Mission

La Direzione regionale musei (ex Polo museale )nasce nel 2014 e successivamente aggiornato nel 2019 con la riforma del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con l’obiettivo di potenziare le attività di valorizzazione dei musei italiani. Coordinato dalla Direzione generale Musei, la Direzione regionale musei è il punto di connessione tra centro e periferia: opera per favorire il dialogo tra enti statali e locali, tra realtà museali pubbliche e private, per la costruzione del sistema museale regionale. Lavora per valorizzare e rendere fruibile la ricchezza culturale dei musei statali della propria regione. Coordina risorse umane, tecnologiche e finanziarie al fine di offrire al pubblico attività culturali ed espositive, servizi di accoglienza ed educativi di qualità. Sostiene la nascita di reti locali che coinvolgono diversi attori per lo sviluppo di itinerari culturali e la crescita dei territori in cui opera.

Funzioni

    • Cosa fa il Polo museale

      • 01 Guida e coordina i musei statali della regione

        Programma le attività, in collaborazione con i direttori, di gestione, valorizzazione, comunicazione e promozione, dei musei di competenza.

      • 02 Valorizza il patrimonio culturale

        Definisce strategie e obiettivi comuni di valorizzazione per la più ampia fruizione del patrimonio culturale e per la creazione di servizi museali integrati.

      • 03 Garantisce standard di qualità dei servizi

        Assicura elevati standard qualitativi nella gestione e comunicazione, nell'innovazione didattica e tecnologica, dei musei di propria competenza.

      • 04 Favorisce accordi di valorizzazione territoriale

        Collabora con enti statali e locali per la definizione di programmi e piani strategici di sviluppo culturale del territorio.

      • 05 Promuove itinerari culturali

        Lavora con gli enti e le istituzioni del territorio per l’integrazione di percorsi di fruizione e servizi in itinerari turistico-culturali.

      • 06 Incoraggia la partecipazione attiva

        Promuove e gestisce progetti di sensibilizzazione e campagne pubbliche di raccolta fondi a sostegno del patrimonio culturale.

      Direttore

      Arch. Maria Giulia PICCHIONE
      Direttore

      +39 0874 43131

      Scarica il cv

      Staff

      • Albertina Bagaglia Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Castello Pandone - Venafro +39 0865 904698
      • Alessandro Avena Responsabile ufficio relazioni sindacali / Collaboratore Ufficio Ragioneria - Contabilità / Servizio promozione e comunicazione - collaboratore area sito web. +39 0874 431390 1° piano
      • Andrea Musilli Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo archeologico - Venafro +39 0865 900742
      • Angelo Di Lemme Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Paleolitico e Museo di S. Maria delle Monache - Isernia +39 0865 290687
      • Anna Stabile Consegnatario - movimentazione dei beni / Responsabile ufficio sicurezza. +39 0874 431353 3° piano
      • Antonino Veneziale Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza - sede Santuario Italico di Pietrabbondante +39 0865 76129
      • Antonio Di Viesti Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Sannitico - Campobasso +39 0874 412265
      • Antonio Iannacone Rappresentante per la sicurezza dei lavoratori / Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Castello Pandone - Venafro +39 0865 904698
      • Antonio Scocca Servizio di vigilanza sorveglianza ed accoglienza presso Castello di Gambatesa +39 0874 719261
      • Armando Di Stasio [astensione per dottorato fino a marzo 2021]
      • Benedetto Giovinazzi Servizio tecnico - Funzionario per le tecnologie sede di Santa Maria Delle Monache - Isernia
      • Benedetto Zullo Servizio tecnico - Funzionario per le tecnologie sede di Castello Pandone - Venafro / Agente Contabile Ufficio Servizi aggiuntivi +39 0865 904698
      • Biagina Russo Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Paleolitico e Museo di S. Maria delle Monache - Isernia +39 0865 290687
      • Biagio Gentile Collaboratore Servizio Protocollo e Archivio - Focal Point -/ Collaboratore Ufficio Servizi Aggiuntivi / Collaboratore Ufficio Ragioneria - Contabilità / Collaboratore Ufficio Gare e contratti / Servizio Gestione Immobili Demaniali / segreteria tecnica lavori pubblici +39 0874 431382 3° piano
      • Camillo Marchesani Responsabile ufficio pensioni. +39 0874 431383 3° piano
      • Ciro Viti Collaboratore ufficio risorse umane - Sede di Venafro +39 0865 900742
      • Costantina D'agnone Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Paleolitico e Museo di S. Maria delle Monache - Isernia +39 0865 290687
      • Domenico di Primio Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza - sede Santuario Italico di Pietrabbondante +39 0865 76129
      • Domenico Quaranta Servizio tecnico - Funzionario per le tecnologie sede di Santa Maria Delle Monache - Isernia +39 0865 410500
      • Domenico Vaccaro Responsabile Servizio Promozione e Comunicazione provincia di Campobasso / collaboratore area didattica servizio promozione e comunicazione +39 0875 84578
      • Emilio Izzo Responsabile Servizio Promozione e Comunicazione provincia di Isernia / collaboratore area didattica servizio promozione e comunicazione / Ufficio relazioni con il pubblico. +39 0865 26992
      • Enza Zullo Direttore Museo nazionale del Paleolitico e Museo di santa maria delle monache. +39 0865 290687 (Isernia) /+39 0874 431347 (Campobasso)
      • Federico Bonfanti Referente scientifico per: Museo della Città e del Territorio di Sepino, Santuario Italico di Pietrabbondante, Complesso Monumentale di San Vincenzo al Volturno, Museo archeologico di Venafro / Addetto area promozione e comunicazione e servizio didattica / Collaboratore servizio protocollo. +39 0874 431349 1° piano
      • Ferdinando Fugnitto Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Sannitico / Servizio Promozione e Comunicazione area Sito Web +39 0874 412265
      • Filippo Gabriele Collaboratore Servizio Protocollo e Archivio / Collaboratore agente contabile Ufficio Servizi Aggiuntivi +39 0874 431356 2° piano
      • Fiorentino Colantuono Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Castel San Vincenzo +39 0874 1865234
      • Francesca Dal Maschio Area tecnica - Conservazione e restauro - Sede Venafro - Pandone +39 0865 904698
      • Francesco Trivisonno Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo del Territorio - Sepino - Altilia +39 0874 790207
      • Franco Di Criscio Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Sannitico - Campobasso +39 0874 412265
      • Gabriele D'Elia Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Castello di Gambatesa +39 0874 719261
      • Giocondina Massimo Area tecnica - Conservazione e restauro - Sede Museo Sannitico / Collaboratrice area didattica servizio promozione e comunicazione +39 0874 412265
      • Giovanni Iacovone Collaboratore Ufficio Personale / Servizio tecnico per la sede di Venafro - Castello Pandone / Servizio promozione e comunicazione - collaboratore area didattica +39 0865 904698
      • Giuseppe Coromano Responsabile servizio protocollo e archivio +39 0874 431333 2° piano
      • Irene Spada Direttore Museo Castello di Capua - Museo nazionale di castello Pandone - Castello di Civitacampomarano. / Collaboratore area didattica servizio promozione e comunicazione / Collaboratore area tecnico scentifica / Addetto area promozione e comunicazione - servizio didattica. +39 0874 431377
      • Lello Golluccio Servizio tecnico - sede di Castello Pandone - Venafro / Collaboratore Ufficio Personale +39 0865 904698
      • Lina Di Iorio Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo archeologico - Venafro +39 0865 900742
      • Luciano Gualtieri Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo archeologico - Venafro +39 0865 900742
      • Luigi Grandillo Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Sannitico - Campobasso +39 0874 412265
      • Maria Dolores Romano Responsabile servizio personale / Vice consegnatario - movimentazione beni +39 0874 431359 1° piano
      • Maria Salvatore Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Castello di Gambatesa / Collaboratore Ufficio Pensioni. +39 0874 719261
      • Maurizio D'Adamo Collaboratore Servizio Personale / Responsabile Servizio Contenzioso - Trasparenza - Anticorruzione / Responsabile Servizio Relazioni Sindacali +39 0874 431350
      • Michelina Iamartino Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Sannitico - Campobasso +39 0874 412265
      • Nicandro Brusello Servizio tecnico - per la sede di Castello Pandone - Venafro
      • Ottorino Rino Palomba Servizio tecnico - per la sede di Santa Maria Delle Monache - Isernia +39 0865 410500
      • Paolo Gentile Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Paleolitico e Museo di S. Maria delle Monache - Isernia +39 0865 290687
      • Pasquale D'Angelo Servizio tecnico - per la sede del Museo archeologico - Venafro + 39 0865 900742
      • Pierangelo Izzo Coordinamento servizio tecnico / Direttore Museo archeologico di Venafro +39 0874 431339
      • Pierluigi Terlizzi Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo del Territorio - Sepino - Altilia +39 0874 790207
      • Rosanna Giannetti Responsabile Servizio Ragioneria - Contabilità +39 0874 431358 1° piano
      • Sergio Zicchillo Collaboratore servizio personale / Collaboratore servizio pensioni +39 0874 431385
      • Susanne Meurer Direttore Museo palazzo Pistilli - Museo Sannitico - Complesso monumentale di Castel San Vincenzo / Collaboratore area tecnico scentifica. +39 0874 431380
      • Valentina Trotta Direttore Museo della città e del territorio di altilia, sepino - Santuario italico di Pietrabbondante +39 0874 431379 1° piano
      • Vincenzo Ciavolla Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Castello di Gambatesa +39 0874 719261
      • Vincenzo Rainone Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo Paleolitico e Museo di S. Maria delle Monache - Isernia +39 0865 290687
      • Vincenzo Rossetti Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo del Territorio - Sepino - Altilia +39 0874 790207
      • Vittoria Di Cera Responsabile ufficio servizi aggiuntivi / Coordinatrice servizio promozione e comunicazione / Coordinatrice servizo didattica / Coordinatrice organizzazione eventi / Responsabile ufficio relazioni con il pubblico +39 0874 431352 3° piano
      • Vittorio Di Vincenzo Servizio di Vigilanza Sorveglianza e Accoglienza sede Museo del Territorio - Sepino - Altilia +39 0874 790207
  • Musei

    La Direzione regionale musei gestisce e coordina musei, gallerie, pinacoteche, aree e parchi archeologici, monumenti e palazzi storici di proprietà statale presenti nella Regione Molise.

Territorio

Sezione dedicata al territorio molisano ed al ruolo della Direzione regionale musei nella creazione di network e progetti di valorizzazione.

IL PATRIMONIO CULTURALE

Nel Molise vi aspettano tre castelli, due aree archeologiche, cinque musei archeologici, e un palazzo storico gestiti dalla Direzione regionale Musei Molise. Il Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia è uno scavo/museo dove si possono ammirare le testimonianze delle attività umane e gestione delle risorse naturali,  tra le più antiche d’ Europa. Al  Museo Sannitico di Campobasso è raccontata la storia del Molise dalla tarda preistoria al Medioevo con particolare attenzione al periodo sannitico: qui si può vedere, tra le altre cose, una ricca serie di Ercoli di bronzo. Per la romanizzazione del Molise non c’è che l’imbarazzo della scelta. Il Museo Archeologico di Venafro, con le due grandi statue virili, i bellissimi affreschi romani e gli scacchi medievali più antichi d’Italia. Il  Museo della Città e del Territorio di Sepino, dove si possono vedere oggetti di vita quotidiana di chi viveva in questa città romana, il tutto direttamente nell’area archeologica. Infine il Museo Archeologico di Santa Maria delle Monache di prossima apertura, con una ricca collezione. Gli antichi fasti dell’abbazia benedettina, tra le più importanti del medioevo, rivivono nel complesso archeologico di San Vincenzo al Volturno. Il Santuario italico di Pietrabbondante, esteso su una superficie di oltre sette ettari a quasi mille metri di quota, conserva le più importanti testimonianze monumentali della religiosità dei Sanniti Pentri. Tre castelli raccontano il Molise tra il Medioevo e l’età moderna.  Il Castello Pandone a Venafro, e il Castello di Capua a Gambatesa, sono un esempio di fortezze medioevali trasformate in palazzi nobiliari, con autentici tesori di pittura ad affresco al loro interno: il castello Pandone ospita anche il Museo Nazionale del Molise con una ricca esposizione di arti pittoriche tra settimo e diciottesimo secolo ed una selezione di fotografie di Romeo Musa , mentre al  Castello di Gambatesa sono esposti parte dei dipinti facenti parte della collezione di Eliseo e foto di Romeo Musa; infine il Castello di Civitacampomarano, un vero gioiello di architettura militare angioina. Il settecentesco Palazzo Pistilli a Campobasso offre un assaggio dell’evoluzione dell’arte pittorica, tra sedicesimo e ventesimo secolo, con le collezioni Praitano ed Eliseo tra le quali l’ elegante dipinto “La suonatrice di chitarra”.

ITINERARI CULTURALI

Il Molise è un enorme museo vivente che si muove e si trasforma costantemente, frutto della cultura e delle dinamiche economiche di una società che fonda le proprie radici nella Preistoria. Il ventaglio delle risorse naturali presenti sul territorio, le tradizioni culturali, i musei e i luoghi della cultura in genere favoriscono l’ideazione di itinerari che abbiano come obiettivo quello di far apprezzare i valori estetici e culturali del Molise al fine di costruire un’immagine efficace del territorio che stimoli il turista ad intraprendere un viaggio alla scoperta di luoghi e persone, tradizioni e testimonianze millenarie. ITINERARI PROPOSTI

  1. Itinerario culturale lungo il centro storico di Campobasso.
  2. Itinerario culturale “Crociati e Trinitari” centro storico Campobasso
  3. Itinerario: Il Sacro e il Profano (Provincia di Campobasso).
  4. Itinerario: Il Sacro e il Profano (Provincia di Isernia).
  5. Itinerario: Il Molise tra Preistoria e Natura.

ENOGASTRONOMIA MOLISANA Terra di antiche tradizioni, culla di civiltà contadine e pastorali formatesi intorno alla millenaria pratica della transumanza, stretto tra i monti e il mare, come nella migliore tradizione appenninica, il Molise oggi offre un panorama di prodotti enogastronomici fortemente legati alla sua storia e al suo territorio. La semplicità e la genuinità delle materie prime e la loro sapiente trasformazione, originariamente pensata per accompagnare i pastori nei loro lunghi viaggi, conservando gusto e valore nutrizionale, sono alla base dell’eccellenza dei tanti prodotti tipici. L’enogastronomia molisana annovera tra le sue specialità formaggi, salumi, pasta fresca prodotta a mano nei formati caratteristici, baccalà, piatti marinari, vino, olio e tartufi. A fronte della gran quantità di prodotti tipici che meriterebbero di essere conosciuti e valorizzati, pochi ancora sono i riconoscimenti ufficiali, tra questi l’eccellente vino Tintilia DOP dall’omonimo vitigno autoctono quasi scomparso prima di essere felicemente riscoperto e l’apprezzatissimo olio Molise DOP prodotto in piccoli territori con varietà locali e antiche di olive. Tra i formaggi il più rappresentativo è forse il caciocavallo: famoso quello di Agnone, ma prodotto in tutto il territorio regionale, con le sue grandi dimensioni e la sua caratteristica forma a pera fa bella mostra di sé in ogni vetrina delle numerose botteghe di quartiere ancora fulcro vitale della comunità. Rinomati poi sono anche le scamorze, la stracciata di Carovilli e il famoso pecorino di Capracotta. Salumi tipici, tutti eccellenti per genuinità sono la ventricina, il sanguinaccio, la soppressata e le immancabili salsicce che la fanno da padrone nei piatti della cucina locale. Da provare è la pampanella di San Martino in Pensilis, un prodotto derivato dalla concia di carne di suino con spezie, cotta al forno e ricoperta con peperoncino. Termoli, principale città costiera è una tappa obbligata per gli amanti della cucina di mare: qui si può gustare una tipica zuppa di pesce, ‘u brodett, cucinata secondo l’antica tradizione e le fritture di pesce appena pescato. Produzione di punta del Molise sono anche i tartufi, dal pregiato tartufo bianco allo scorzone estivo, al tartufo nero uncinato. I boschi intorno a San Pietro Avellana, Carovilli, Capracotta, Castelmauro e Boiano con la loro natura incontaminata custodiscono in generosa quanto inaspettata quantità questi preziosi tuberi. Il Molise è infatti uno dei principali produttori a livello nazionale, si stima infatti, che da questa piccola regione provenga circa il 40% della produzione nazionale del pregiato tartufo bianco.

IL POLO MUSEALE

La nascita dei Poli museali è una delle principali novità introdotte nel 2014 con la riforma del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

NORMATIVA E TESTI DI RIFERIMENTO

Nel 2014, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha introdotto grandi novità nell’organizzazione del sistema museale italiano, definendo la missione dei musei e nuove modalità di gestione. Per saperne di più si può consultare la sezione dedicata sul sito della Direzione generale Musei.

Testi di riferimento a livello internazionale:

Torna sopra