Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

Menu
Sei in: Home / Notizie / Notifiche

Al Castello di Gambatesa, sabato 21 dicembre, convegno su Musica e Dialetto

Il Festival della Canzone Dialettale Molisana, una forma d’arte musicale e di testi poetici dialettali,  profondamente radicata nella storia della cultura molisana, con la sua diversità e ricchezza espressiva, con i tratti linguistici e culturali comuni ad ogni singolo paese del Molise, rappresenta una linea  musicale e una sensibilità unica a tutto il territorio della Regione. E il terreno fertilissimo è a Gambatesa, ove la tradizione musicale affonda le radici nella notte dei tempi, con le Maitunate, con le bande musicali, con il Festival della Canzone Dialettale Molisana, sorto nel lontano 1978. Giovani autori e partecipanti storici, danno vita ad uno spettacolo qualitativamente apprezzabile nella nostra regione in cui protagonista principale è la canzone dialettale molisana, dato che il Festival è l’unica risposta a chi ha il desiderio di presentare brani di canto in dialetto, di esibirsi e farsi conoscere nel campo musicale.     

La Pro loco di Gambatesa crede molto nelle potenzialità del Festival, dato anche il radicamento e il valore della musica popolare sul nostro territorio e vuole finalmente contribuire, in maniera determinante, a rilanciare e consolidare questa manifestazione.

Con la presentazione di un progetto, finanziato nell’ambito dei fondi strutturali, nell’azione per il Patto per lo sviluppo del Molise -TURISMOÈCULTURA, denominato “Cantando et facendo musica…”, la Pro loco ha ritenuto di poter inserire nello stesso un convegno, legato alla manifestazione, il cui tema centrale fosse la musica e il dialetto nella cultura popolare molisana, la sua identità e il rischio della sua scomparsa. 

Oltre quarant’anni di storia del Festival  meritano una rilettura in termini di contenuti storici e musicali e la realizzazione di un convegno tematico sulla musica popolare e d’autore e il dialetto, oltre a promuovere al meglio la manifestazione anzidetta,  è finalizzata alla riscoperta e alla valorizzazione della cultura popolare. Soprattutto se i relatori sono molto qualificati; Walter Santoro, archeologo e musicologo, al convegno di sabato 21 p.v. tratterà della lingua e del dialetto nella musica e nella letteratura popolare, Mauro Gioielli, etnomusicologo e scrittore, farà un distinguo sulla canzone anonima e quella d’autore, mentre Giovanni Piccoli, cultore della materia, argomenterà del dialetto nella musica croata molisana. Un ospite d’eccezione, Giuliano Gabriele, si occuperà del canto nella musica popolare, nei diversi temi sociali. Molto gradita sarà la partecipazione straordinaria della scuola di Maitunat dei bambini di Gambatesa. E alla fine del convegno sarà offerta una degustazione di prodotti tipici locali.